Principessa Lalla Hasna all'Expo di Milano

Principessa Lalla Hasna all'Expo di Milano

Dal seme al cibo in Marocco con CEFA- MCL

Il Marocco scommette sul turismo per creare 17 mila posti di lavoro

Cooperazione internazionale: al via la riforma italiana

Mediterraneo protagonista del semestre italiano di Presidenza Ue

2014: l'anno dell'Africa

La nuova primavera del dialogo religioso

Marocco, Pil +4,5% nel primo trimestre 2013

Ingegno e competitività

Vi svelo il Marocco: un paese che corre

Per Limes è l’epoca de “La nuova primavera Araba”

Magazine Mami Bureau

Nuovo Mediterraneo

EDITORIALI

 

24/12/2014

Dal seme al cibo in Marocco con CEFA- MCL

Presentata in Italia la campagna “Dal seme al cibo” durante gli auguri di Buon Natale che MCL ha rivolto al pastore della Diocesi di San Baudolino, Mons.Gallese E' la campagna di responsabilità sociale del Movimento Cristiano Lavoratori e CEFA collegata all’anno internazionale dell’agricoltura famigliare e l’Expo 2015 di Milano. "Nutrire il pianeta energia per la vita" è il tema dell’Esposizione Universale del prossimo anno con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze alimentari ma altresì sensibilizzare i Paesi più ricchi per vincere la fame e la povertà che colpiscono tante popolazioni del nostro pianeta. MCL e CEFA intendono con la campagna “Dal seme al Cibo” dare un sostegno a 10.000 famiglie contadine poverissime nei paesi del Sud Sudan, Somalia, Ecquador e Marocco. "Per MCL - spiega Piercarlo Fabbio Presidente provinciale - ogni persona ha diritto ad una vita degna e quindi, come più volte richiamati da Papa Francesco, tutti dovremmo misurarci con i problemi di giustizia sociale e dello sviluppo sostenibile riducendo lo scandalo dell’abbondanza a discapito di altri esseri umani e dell’ambiente, ripensando al bene comune secondo la dottrina sociale cristiana.” “Il CEFA (Comitato Europeo per la Formazione e l'Agricoltura) - spiega il segretario MCL Efrem Bovo - è un Organismo non governativo di volontariato che opera dal 1972 in Paesi dell'Africa, dell'America Latina e della regione mediterranea. Nel Caso del Marocco, anche se il paese ha un forte piano voluto dal Re Mohammed VI, il Plan Maroc Verte, rimangono sacche di povertà nelle terre centrali come la Regione della Tadla Azilal. CEFA sta formando 300 agricoltori per lo sviluppo dell'olivo autoctono e per il superamento di discriminazioni di genere tramite l'alfabetizzazione e le scuole d'infanzia.”

 

Torna indietro